La zucchina furba

Ricette facili, veloci e super originali!!


14 commenti

Spiedini di polpette al sapore messicano

polpette

Care amiche e cari amici della Zucchina, sono settimane che non posto una mia ricetta! Mea culpa…ho avuto talmente tanti nuovi impegni inaspettati, che mio malgrado ho dovuto smettere di cucinare, o almeno ho smesso di cucinare piatti degni di essere fotografati… 😉

Ieri per la prima volta ho avuto una domenica più tranquilla del solito, a parte una piacevole visita in un museo della zona in occasione delle giornate del FAI, c’è stato tutto il tempo per rilassarmi e cucinare, così oggi posso proporvi questa ricetta che è tra le mie preferite in assoluto: spiedini di polpette.

Le mie polpette hanno un aroma davvero strepitoso grazie all’uso di salsa messicana al posto della classica salsa di pomodoro, vi assicuro che fa davvero la differenza e non è piccante! Se amate i sapori piccanti usate salsa piccante. Possono essere mangiate anche da sole con un contorno di purè di patate, ma trovo che lo spiedino con fettine di peperone dia quel qualcosa in più…

Le dosi che vi indico sono per due o tre persone, se avete preparato anche un primo o un antipasto sostanzioso andranno bene per tre, altrimenti per due persone: io generalmente non mangio quasi mai sia il primo che il secondo, mangio o l’uno o l’altro, quindi nel mio caso le dosi sono per due. 🙂

Ingredienti per 2/3 persone:

  • 300 gr. di carne di manzo macinata finemente
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2/3  cucchiai di salsa messicana non piccante
  • 1 cucchiaino di erba cipollina
  • 3 cucchiai di pan grattato
  • sale, pepe, olio EVO q.b.
  • 1 peperone verde
  • 1 peperone rosso

Preparazione:

Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti (tranne i peperoni e l’olio) ed iniziate ad impastare la carne prima con una forchetta poi, quando la carne vi sembrerà abbastanza schiacciata e gli ingredienti amalgamati, iniziate a lavorarla con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Sale e pepe sono a vostro piacimento, mentre per il pan grattato potete decidere di aumentare le dosi se volete delle polpette dalla consistenza più corposa, altrimenti resteranno abbastanza morbide.

Coprite il composto con la pellicola trasparente, ponetelo in frigorifero e lasciatelo riposare per circa mezz’ora. Nel frattempo lavate i peperoni, privateli dei semi, affettateli e ricavatene dei quadrati che devono essere più o meno delle stesse dimensioni delle polpette. Trascorso il tempo necessario estraete l’impasto da frigo e formate con le mani delle polpette leggermente schiacciate.

Infilate le polpette negli spiedini alternandole con le fettine di peperone.

Disponetele su di una pirofila rivestita con carta da forno, condite con un filo d’olio EVO e infornate in forno ventilato preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

Buon appetito!


4 commenti

Couscous in insalata di pollo alle mele

couscous-salad-ck-642263-l

Un piatto che mi piace molto cucinare specialmente quando ho gente a cena è il couscous: è facile da fare e si può condire veramente in tutti i modi, inoltre ha il non trascurabile vantaggio di essere economico perchè generalmente è accompagnato da carne e verdure e quindi costituisce un piatto unico. Si porta in tavola tutto insieme e ognuno si serve da solo. Pratico e comodo no?

Ora se vi state chiedendo dove ho imparato a cucinarlo è presto detto: ho letto le istruzioni di cottura dietro la scatola acquistata al supermercato e ho improvvisato.  Per tanto gli esperti del couscous (se esistono) o di cucina etnica in genere non storcano il naso se la mia ricetta è abbastanza italianizzata, non ho idea di come lo cucinino nei paesi in cui il couscous è un piatto quotidiano e fa parte della tradizione gastronomica locale, una volta l’ho mangiato durante un viaggio in Tunisia e non mi è sembrato tanto diverso da quello che faccio io, ma forse anche il tedesco medio quando mangia pasta scotta condita con salsa ketchup ha l’impressione di mangiare italiano…probabilmente io sto a couscous come il suddetto tedesco sta all’amatriciana 😀

Vi assicuro comunque che il risultato è ottimo e etnico quanto basta! 😉

Se non lo fate spesso forse sarete indecise sulla dose di couscous da usare a persona: io di solito lo doso con dei bicchieri da acqua piuttosto capienti e un bicchiere bello pieno mi basta per 2 persone. Aggiungete una uguale quantità d’acqua (un  bicchiere d’acqua per ogni bicchiere di couscous).

Ingredienti per 4 persone 

  • 2 bicchieri grandi di couscous
  • 500 gr. di petto di pollo
  • 1 cipolla
  • 2 zucchine
  • 3 carote
  • 3 mele golden
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di salsa di pomodoro
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • olio di semi
  • olio EVO
  • 1 scatola di ceci
  • sale, pepe

Preparazione:


Per cominciare pelate le carote e tagliatele a rondelle. Lavate le zucchine e tagliatele a rondelle. Sbucciate le mele e tagliatele  a spicchi togliendo il torsolo. Immergete in acqua l’uvetta.

Tritate la cipolla e fatela dorare in padella con un filo d’olio EVO, poi aggiungete il petto di pollo tagliato a pezzi (se lo acquistate intero fatelo tagliare a pezzi direttamente dal macellaio, a meno che non abbiate un coltello adatto) e fatelo rosolare, spolverate con la curcuma e aggiungete la salsa di pomodoro, salate, pepate e mescolate.  Aggiungete tre o quattro cucchiai d’acqua, portate ad ebollizione, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti.

Aggiungete quindi le carote, le zucchine, le mele, l’uvetta e i ceci. Coprite e fate cuocere per altri 30 minuti.

Cuocete il couscous seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, se non ci sono fate così: portate ad ebollizione una quantità d’acqua salata pari a due bicchieri grandi, appena bolle spegnete il fuoco e aggiungete un filo d’olio di semi, versate il couscous e mescolate subito. Coprite e lasciate riposare per 5 minuti, quindi aggiungete una noce di burro e sgranatelo con una forchetta.

Versatelo su un piatto da portata e disponete la carne e le verdure al centro. Servire caldo.

 


2 commenti

Tortino di salmone e patate

tortino-di-salmone-e-patateQuando si tratta di cucinare il pesce il  salmone è in assoluto quello che preferisco, mi piace mangiarlo soprattutto sotto forma di semplice carpaccio con crostini di pane nero tostato spalmati di burro e una spolverata di aneto,  mi viene l’acquolina solo a pensarci… mentre cotto lo mangio meno frequentemente perché trovo che durante la cottura tenda ad assumere una consistenza leggermente stoppacciosa. In questo tortino invece  la consistenza delle patate si sposa alla grande con quella del salmone, creando un perfetto connubio di sapori: è una ricetta straordinariamente semplice e di grande effetto, ottima per una cena invernale, è un piatto che si presenta benissimo!

Ingredienti per 4 persone:

  • 650 gr di salmone in tranci
  • 5 patate abbastanza grandi
  • olio extravergine d’oliva
  • Limone
  • Sale

Preparazione:

Sbucciate le patate e tagliatele a fettine sottili e fatele cuocere per 10 minuti in acqua bollente salata, quindi scolatele.

Sciacquate i tranci di salmone con acqua e sale ed asciugateli con carta scottex o un canovaccio.

Foderate una teglia con carta forno e disponete due strati di patate per preparare la base, salate e coprite con uno strato di salmone, continuate ad alternare gli strati di patate e salmone: dovrete finire con un ultimo strato di patate. Condite la superficie con un filo d’olio, regolate di sale ed infornate per circa 20 minuti in forno ventilato preriscaldato a 180°. Prima di sfornare passate per 5 minuti alla funzione grill.  Servitelo con  il limone spremuto e qualche foglia di rosmarino.